da "VIDEOTECNICA" / dal 1991 al 1993

NB. - Si tratta di una serie di 17 articoli pubblicati sulla rivista specializzata "VIDEOTECNICA" in una rubrica denominata "PROFONDO AZZURRO", nella quale per la prima volta veniva affrontato sistematicamente l'argomento della videoripresa subacquea. Di ciò va dato ampio merito al suo Direttore Stefano Belli, il quale, pur nella consapevolezza che solo pochi dei suoi lettori dovevano già allora  praticare l'attività subacquea, decise ciò nonostante di avviare una rubrica fissa dedicata all'argomento, contribuendo così a promuovere tra essi l'interesse per il mondo subacqueo. Ma che fosse un interesse certamente a lui non estraneo è provato anche dalla sua decisione di patrocinare nel contempo con la sua rivista i seminari pratici videosub che dal 1990 al 1992 per tre anni consecutivi, con la direzione del sottoscritto e la collaborazione preziosa in qualità di docenti di alcuni amici esperti in materia, si svolsero con successo in Sardegna a Poltu Quatu, presso l' "ORSO DIVING CLUB" di Corrado Azzali. Per tale ragione nei 17 articoli da me realizzati per quella rubrica su VIDEOTECNICA (e qui a seguire elencati), con i vari argomenti tecnici legati alle riprese videosub (non pochi dei quali oggi superati dal rapido progredire della tecnologia) sono regolarmente inframmezzate le cronache dei quei tre seminari (ORSO'90, ORSO'91 e ORSO'92), eccezionali occasioni di incontro che mi piace qui ricordare insieme a tutti coloro che ad essi parteciparono, apportando il loro patrimonio personale di esperienze ... e di amicizia.


6 - TELECAMERE SUBACQUEE A SCUOLA
 Novembre 1991


 

Testo e foto di Guido Picchetti

ttirate dal cibo che i sub previden-temente han portato per loro (polpi congelati comprati la mattina al supermercato), i grossi animali si avvici-nano senza alcun timore alle luci dei videoperatori subacquei, consentendo facili riprese delle loro evoluzioni e primissimi piani delle loro fauci spalancate. Alcuni bestioni sono davvero enormi, peseranno 25/30 chili almeno, e si vede chiaramente che non hanno alcun timore dell'uomo che in questa zona, siamo nelle acque del Parco Naturale Subacqueo di Lavezzi, da tempo ormai le frequenta amichevolmente dopo averne assicurato la protezione. E intorno ai sub, insieme alle cernie, ci sono nuvole di altri pesci, donzelle, occhiate, saraghi, tutti impegnati nell'affannosa ricerca di qualche piccolo frammento di cibo scampato alle cernie: pesci che, con la loro attiva e numerosa presenza in altri luoghi, farebbero felice qualunque fotografo e video-operatore subacqueo e che qui, invece, non vengono degnati di uno sguardo dai sub: ma che anzi sono quasi considerati

Una bella mattina dello scorso settembre: sui fondali di Lavezzi nelle Bocche di Bonifacio, numerose grosse cernie circondano decine di subacquei armati di telecamere idonee all'uso in immersione. E uno dei momenti emozionanti del Corso Videosub organizzato dall'Orso Diving club e patrocinato da Videotecnica.

con fastidio, impedendo una tranquilla ripresa videografica delle grosse cernie. E' una scena che ha dell'incredibile: non siamo ai tropici, ma sul fondo (ad appena 25 metri) di quel Mediterraneo che in tanti già ritengono finito... : una scena che di-mostra invece quanto possa una intelli-gente e rispettosa gestione dell'ambiente.

Quello dell'incontro con le cernie è stato solo uno dei momenti del 2° Seminario Videosub di Poltu Quatu denominato «Orso '91», un nome che fa riferimento all'Orso Diving Club, il centro subacqueo diretto da Corrado Azzali che per il secondo anno consecutivo ha voluto realizzare questa iniziativa, pienamente convinto della sua validità. Ed è stato un momento entusiasmante, vissuto con emozione dai ventinove subacquei appassionati di videoripresa che parteci-pavano  al  seminario.  Un momento  che ha

Foto a sinistra: Un ultimo accurato controllo dell'attrezzatura e si parte: comincia il secondo Seminario Video-sub di Poltu Quatu.

Foto in basso: Particolarmente coin-volgente e fattivo il lavoro di grup-po, effettuato al termine delle ripre-se davanti ai monitor.

consentito loro non solo di vivere una esperienza subacquea tra le più belle possibili oggi nel mondo, ma che, grazie alle telecamere subacquee di cui erano tutti muniti, ha anche permesso di fissare sui nastri dei camcorder delle immagini straordinarie, e di avere così la prova certa che non si era trattato di falsi miraggi... E senza queste documentazioni visive, una volta a casa, chi avrebbe creduto al racconto di questa strabiliante avventura ?

Ma l'incontro con le cernie di Lavezzi non è stata l'unica novità del Seminario Videosub di quest'anno rispetto alla precedente edizione. Un'altra innovazione, senz'altro di maggior importanza ai fini del suo svolgimento, è stata la suddivisione dei partecipanti in due gruppi. Nel primo c'erano coloro che, ancora privi di una apparecchiatura da ripresa subacquea propria e quindi senza alcuna esperienza pratica nel settore, hanno potuto utilizzare per l'occasione le numerose apparecchiature videosub messe a disposizione dalla Nimar. Il secondo gruppo (ed erano la maggioranza) comprendeva invece quanti avevano già fatto in certa misura delle riprese subacquee disponendo di apparecchiature video proprie idonee a tale impiego.

Ne è logicamente derivato un insegnamento realizzato su due differenti livelli, il primo volto a dare tutte quelle informazioni legate prevalentemente alle tecniche di ripresa televisiva subacquea, con particolare riferimento al cosiddetto premon-taggio. Tale sistema consente, con la sua applicazione, di realizzare dei filmati video immediatamente godibili, senza necessità di interventi successivi, se si esclude una modesta operazione di pulitura delle sequenze girate, con l'eliminazione delle scene decisamente errate durante un'eventuale duplicazione: un lavoro estremamente facile da realizzare anche non disponendo di particolari apparecchiature.
 

Nel secondo livello, invece, si è dato prevalentemente spazio all'editing: sono stati cioè affrontati i temi legati alle tecniche del montaggio e della sonorizzazione. I numerosi esperti di riprese videosub, presenti a Poltu Quatu in qualità di docenti, hanno messo a disposizione dei partecipanti tutta la loro esperienza in questo campo (e anche le loro personali apparecchiature); e lo hanno fatto non limitandosi a trattare la materia da un punto di vista teorico, ma anche e soprattutto da un punto di vista pratico, dando modo agli interessati di rendersi personalmente conto dei problemi e delle possibilità che l'applicazione di tali tecniche comporta. E, come si è visto proprio durante il secondo Seminario di Poltu Quatu, quelli legati al montaggio sono problemi che, pur disponendo delle più complesse e perfezionate apparecchiature oggi presenti sul mercato (mixer, centraline di montaggio, videoregistratori digitali dell'ultima leva, etc), non prescindono affatto dall'opportunità, da parte del video-operatore, di una saggia applicazione in fase di ripresa della suddetta tecnica del premontaggio; una tecnica grazie alla quale si possono notevolmente ridurre difficoltà e tempi del lavoro di editing. 

Tra gli interventi serali dei vari esperti che hanno completato l'intenso programma, seguito con particolare interesse è stato quello del direttore di Videotecnica Stefano Belli sulle prospettive future del video. Si è trattato di un'ampia pano-ramica sulle previste evoluzioni nel settore delle appa-recchiature video, dai televisori ai videoregistratori, dai camcorder agli accessori per la postproduzione amatoriale.

Altra apprezzata novità di questa seconda edizione del seminario, andata a favore soprattutto dei partecipanti del livello avanzato, è stata l'apporto del maestro Davide Masarati, uno specialista nella sonorizzazione musicale dei filmati video. Questi, dopo aver insistito sui modi e sull'importanza di fornire una buona colonna audio alle immagini filmate, ha concretamente consentito di supportare con un adeguato commento musicale gli elaborati video di fine corso, che gli allievi del secondo livello, da soli o in equipe, hanno realizzato sotto la guida dei docenti, applicando nel miglior modo possibile le tecniche di montaggio, compatibilmente con il tempo e le apparecchiature disponibili.

Si è trattato di dieci lavori, di 3' di durata massima, su soggetti liberamente scelti dagli stessi autori, che sono stati poi presentati pubblicamente nella giornata conclusiva del seminario, insieme ai cinque video estemporanei che gli allievi del primo livello hanno realizzato durante l'ultima giornata di corso utilizzando unicamente la cosiddetta tecnica del montaggio in macchina. In questa specie di doppia competizione, giuria alcuni membri dello staff, sono risultati vincitori nel primo livello la coppia Aquila/Pecoraro con una specie di originale trilling subacqueo «Immersione fatale», e, nel livello avanzato, la coppia Amodeo/Pesenti con il filmato «Poltu Quatu, sopra e sotto», una visione comparativa degli scenari esterni e subacquei della stupenda località turistica sarda che ha ospitato la manifestazione «Orso '91».

Durante la serata conclusiva del Seminario, che ha visto la premiazione dei vincitori, è stata anche preannunciata la terza edizione del Seminario Videosub «Orso '92». Si svolgerà sempre a Poltu Quatu dal 12 al 19 settembre del prossimo anno, ancora una volta articolato su due livelli, principianti e avanzato. Farà da contorno la conclusione di un concorso nazionale per filmati video a carattere subacqueo che gli organizzatori del seminario di Poltu Quatu intendono lanciare nei prossimi mesi. Denominato «Orso Video», sarà riservato ai filmati video di nuova produzione in formato amatoriale (VHS e Video 8, super e H8), di durata contenuta tra i 10 e i 25 minuti, che contengano almeno il 50% di scene subacquee riprese in acque libere. I video ammessi, suddivisi nelle due categorie creativo/umoristica e reportage/naturalistica, sa-ranno presentati durante la terza edizione del seminario videosub, e della giuria faranno parte, insieme ai docenti, gli stessi partecipanti. Appuntamento dunque per «Orso '92» a tutti gli appassionati di videosub nel settembre del prossimo anno a Poltu Quatu. •

PARTECIPANTI E DOCENTI DEL
2° SEMINARIO VIDEOSUB DI POLTU QUATU

Orso '91, il 2° Seminano Video Sub dì Poltu Quatu, e stato promosso dall'Orso Diving Club con il patrocinio dì «Videotecnica», ed organizzato presso il complesso turistico della Marina dell'Orso con la collaborazione della Free Shark di Bologna e della Plastmeccanica di Reggio Emilia.
Per il primo livello principianti hanno partecipato ai seminario: Monica Angeloni del Nautilus Club di Roma, Clelia Aquila e Umberto Pecoraro del Gruppo Sub Catanzaro, Roberto Carioli della Bergamo Sub, Daniela D'Adda e Furio Faidutti del Jolly Sub Arese, Franco Ferretti, Dario Locci del Sub Cento, Paolo Folco del Sub Club Roma, Franco Ghisi di Milano, Guido Giraudo del Circolo Sub Lodigiano, Enrico Magnetti dì Bergamo, Giulio Pola di Finale Emilia, Nicola Sanna di Sassari.
Per il secondo livello avanzato hanno invece partecipato: Francesco Amodeo del Diving System di Roma, Roberto Castellano di Udine, Gianni Depolì di Lodrino (Svizzera), Stefano D'Urso del Reparto Incursori Subacquei della Marina Militare, Antonio Fimeroni del Centro Immersioni Massalubrense, Marcello Fossataro di Olbia, Franco e Francesca Lezzi del Nautilus Club Roma, Carlo Pesenti di Bergamo, Filippo Paccagnella e Fabio Vesentini della Bressanone Sub, Tonino Panzeri di Cagliari, Rino Sgorbani della Scuola d'Immersione di Piacenza, Franco e Claudìa Taddei del Sub Cento.
Allo svolgimento del Seminario di Poltu Quatu, diretto da Guido Picchetti, hanno collaborato: in qualità di docenti Stefano Angiolini di Firenze, Stefano Belli di Roma, Sergio Del Bono di Parma, Fabio Ferioli di Cento, Mauro Francesconi di Bologna, Davide Masarati di Cento, Paolo Rossetti di Bologna e Franco Savastano di Ischia (NA); i tecnici della Nimar Matteo Cesarini e Stefano Prandi, e, come responsabili delle immersioni per l'Orso Diving Club, Corrado Azzali, Aldo locolano, Maddalena Rugginenti,


   torna alla "Homepage"

al successivo articolo della rubrica

torna a " fotogiornalismo "

copyright Guido Picchetti -  1/9/2009