da "VIDEOTECNICA" / dal 1991 al 1993

NB. - Si tratta di una serie di 17 articoli pubblicati sulla rivista specializzata "VIDEOTECNICA" in una rubrica denominata "PROFONDO AZZURRO", nella quale per la prima volta veniva affrontato sistematicamente l'argomento della videoripresa subacquea. Di ciò va dato ampio merito al suo Direttore Stefano Belli, il quale, pur nella consapevolezza che solo pochi dei suoi lettori dovevano già allora  praticare l'attività subacquea, decise ciò nonostante di avviare una rubrica fissa dedicata all'argomento, contribuendo così a promuovere tra essi l'interesse per il mondo subacqueo. Ma che fosse un interesse certamente a lui non estraneo è provato anche dalla sua decisione di patrocinare nel contempo con la sua rivista i seminari pratici videosub che dal 1990 al 1992 per tre anni consecutivi, con la direzione del sottoscritto e la collaborazione preziosa in qualità di docenti di alcuni amici esperti in materia, si svolsero con successo in Sardegna a Poltu Quatu, presso l' "ORSO DIVING CLUB" di Corrado Azzali. Per tale ragione nei 17 articoli da me realizzati per quella rubrica su VIDEOTECNICA (e qui a seguire elencati), con i vari argomenti tecnici legati alle riprese videosub (non pochi dei quali oggi superati dal rapido progredire della tecnologia) sono regolarmente inframmezzate le cronache dei quei tre seminari (ORSO'90, ORSO'91 e ORSO'92), eccezionali occasioni di incontro che mi piace qui ricordare insieme a tutti coloro che ad essi parteciparono, apportando il loro patrimonio personale di esperienze ... e di amicizia.


2 - 20.000 VIDEO SOTTO I MARI - Giugno 1991

Arriva l'estate: è il momento di predisporre il vostro camcorder per affascinanti
riprese subacquee. Ma come? Venite con noi a scoprire i trucchi per una nuova
avventura nel sesto continente in questa rubrica per neofiti,
sommozzatoriin cerca di scoop e vecchi lupi di mare...

Testo e foto di Guido Picchetti

l mare: un mondo affascinante, un'esperienza unica. Bella da vivere e, ancor più, da ricordare in compagnia degli amici o anche da soli, magari per riempire di sole e di colori le fredde giornate di inverno. Probabilmente state programmando (se non l'avete già fatto) le vostre vacanze e vi piacerebbe essere in grado di portare con voi il video sin là sotto, nel grande blu del Mediterraneo o dei mari del Sud. Non c'è problema, o meglio tutto si può risolvere con un po' di esperienza e qualche piccolo accorgimento. Da questo mese Videotecnica mette a disposizione di tutti gli amanti del videosub, presenti o futuri, una nuova rubrica che vi segnalerà appuntamenti, trucchi e novità di mercato per diventare, col tempo, esperti di riprese subacquee. In questo numero troverete tre importanti notizie su concorsi, seminari e prodotti all'avanguardia; nei prossimi contiamo di darvi sempre maggiori informazioni e dettagli per coltivare questo splendido hobby. Non mancateli!

Nelle foto sopra e sotto la custodia subacquea MPK-TR della Sony per TR75 e TR45: nonostante sia dotata di un frame per l'inquadratura a vista, consente la visione attraverso il mirino elettronico per una precisa valutazione del fuoco.
 

DEMA: DI TUTTO, DI PIÙ
Si è svolta recentemente a Las Vegas la 15° edizione del Dema, la maggiore rassegna espositiva mondiale del settore produttivo subacqueo. Un giro tra i circa 600 espositori da al visitatore immediatamente un'idea di come la videoripresa subacquea stia avendo, e non solo negli Usa, un boom incredibile. Quasi ogni stand si serve del mezzo televisivo per reclamizzare ed evidenziare le caratteristiche dei propri prodotti, il più delle volte con immagini realizzate appunto in ambiente subacqueo. E, di riflesso, affollatissimì risultano gli stand  delle non poche ditte che costruiscono scafandrature per

telecamere subacquee. Oltre una trentina sono le ditte coinvolte in tale settore, ma non potendole citare tutte, ci limitiamo a ricordare le più note. La Sony ad esempio, la quale ha presentato a Las Vegas la nuova custodia subacquea MPK-TR per le Handycam TR45 e TR75, a fianco della SPK-TR, una specie di guanto per le stesse telecamere, fatto apposta per consentirne l'uso in condizioni disagiate, e anche in acqua, ma non in profondità. O ancora l'Ikelite, la canadese Amphibico (i cui interessanti e validi prodotti sono distribuiti in Italia dalla torinese Foto Leone) e l'Acquavideo. Ciascuna di tali ditte presentava nella sua produzione una custodia subacquea adatta a consentire l'uso subacqueo delle telecamere Handycam TR75 e TR45 della Sony; una conferma della validità di questo modello che sembra costituire al momento un utile punto fermo in un settore per altro in costante e frenetica evoluzione.

«ORSO '91»: IL 2° SEMINARIO
Sulla scia del successo di «Orso '90», il 1° seminario videosub svoltosi con il patrocinio di Videotecnica lo scorso settembre a Poltu Quatu (del quale demmo ampio resoconto sul  numero di gennaio scorso della nostra ri-

La SPK-TR è una custodia protettiva per le piccole Handycam Sony che ne consente un limitato uso in acqua.

Una custodia estremamente semplice ed economica
è la AV-TR4/5/7 dell'americana AcquaVideo, adatta
a tutte le telecamere TR.

Una custodia della canadese Amphibico sempre
per telecamere modello TR, dotata di oblò inter-cambiabile, piano e curvo.

Una nuova interessante custodia per TR è quella realizzata dalla Ikelite in alluminio pressofuso; è distribuita in Italia dalla Dacor,

vista e che vide la partecipazione di oltre quaranta subacquei appassionati di videoripresa), dal 14 al 21 Settembre prossimi si svolgerà nella stessa località sulla Costa Smeralda in Sardegna la seconda edizione dell'iniziativa, denominata appunto «Orso '91».  E ancora una volta Corrado Azzali e Aldo Iocolano, responsabili dell'Orso Diving Club, il diving center promotore dell'iniziativa, hanno inteso affidare organiz-zativamente a Guido Picchetti la responsabilità del seminario video, garantendo dal canto loro ai partecipanti le stesse interessanti facilitazioni previste nella precedente iniziativa. Ciò grazie anche ai numerosi sponsor che nuovamente collaborano all'iniziativa, tra cui citiamo l'Immobiliare dell'Orso per le facilitazioni alberghiere ai partecipanti, la Free Shark per le attrezzature subacquee, la Plastmeccanica per le appa-recchiature videosub a disposizione dei partecipanti. Ma a differenza della prima edizione, il prossimo seminario videosub di Poltu Quatu sarà articolato su due diversi livelli: un primo livello per coloro che sono ancora privi di una propria videocamera subacquea, e desiderano, essendo già subacquei, cimentarsi in questa nuova esperienza fruendo delle apparecchiature da ripresa messe a loro disposizione nell'occasione dall'organizzazione; e un secondo livello per chi invece già è in possesso di una sua apparecchiatura da videoripresa subacquea e, avendo già una prima sufficiente esperienza di base, preferisca affrontare argomenti più impegnativi quali quelli del montaggio e dell'utilizzazione ottimale del materiale girato. Stefano Angiolini, Franco Savastano, Fabio Ferioli, Sergio del Dono, Paolo Rossetti, Corrado Azzali e Guido Picchetti sono gli esperti che, come già lo scorso anno, tratteranno teoricamente e praticamente i vari argomenti di tecnica video durante i sette giorni del seminario, accompagnando i partecipanti nelle immersioni di videoripresa previste, rendendoli cosi partecipi anche dal punto di vista pratico delle loro esperienze. Ad essi si aggiungerà  inoltre  nella  prossima  edizione  il  maestro  Davide  Masarati, già au-

tore delle colonne sonore originali di alcune im-portanti rubriche televisive, il quale tratterà appunto le problematiche del mixaggio e della sonorizzazione delle immagini video sulla base della sua particolare esperienza in materia. Informazioni ulteriori su «Orso '91» sulle modalità di partecipazione possono essere richieste alla Turisub, Via XXII Luglio 24, 43100 Parma, tel. 0521/233993-285600-234520 (fax).

VIDEOSUB A CENTO
Un originale concorso estemporaneo di videoriprese subacquee indoor si è svolto recentemente presso la piscina comunale di Cento, in provincia di Ferrara, promosso dalla locale Scuola Sub Padi del Sub Cento. Nonostante il concorso fosse riservato a neofiti che non avevano in precedenza mai usato una videocamera scafandrata per l'impiego subacqueo, i risultati ottenuti dai partecipanti, divisi per l'occasione in otto gruppi concorrenti, sono stati sorprendenti. E con una accorta, per quanto breve preparazione, sono riusciti a raccontare per immagini, senza l'ausilio di un commento parlato, una storia con una trama più o meno articolata. Al primo posto si è classificato Franco Muzzi, con il video dal titolo «L'omone e la sirena». Questa la trama: un sub incontra una affascinante sirena, ma dopo i primi abbracci scopre che sotto la bionda parrucca e la finta coda di pesce si nasconde un ragazzone in cerca di affetto... Al secondo posto Maurizio Montosi, con la storia di un goffo bagnante che annega e si trasforma in un agile delfino; e al terzo Roda Miranda, con «II terrore dei mari». Storie volutamente contenute in tempi brevissimi, ma che hanno ugualmente confermato la versatilità del video come mezzo di comunicazione audiovisivo, un mezzo che lascia molto spazio alla fantasia e alla creatività. Il Sub Cento ha già in programma per il 1992 una nuova edizione del concorso estemporaneo videosub, diviso però in due sezioni: una riservata ai neofiti e un'altra per chi ha già dimestichezza con le videocamere scafandrate. •


   torna alla "Homepage"

al successivo articolo della rubrica

torna a " fotogiornalismo "

copyright Guido Picchetti -  30/8/2009