da "IL SUBACQUEO" / Novembre 1992

NB. - In questa serie sono comprese alcune delle tante cronache foto-giornalistiche realizzate per la rivista "Il SUBACQUEO",
 e relative a manifestazioni, mostre e meeting di vario interesse, cui ho avuto modo di partecipare a vario titolo durante la mia attività


foto G. Picchetti


VIDEO SUB A POLTU QUATU

Per il terzo anno consecutivo, si è svolto con successo
il seminario di riprese video subacquee organizzato dall'Orso
Diving Club. Nell'occasione, si è tenuta la prima
edizione del concorso «Orso Video '92».

testo e foto di Guido Picchetti
 

rgastolo», un video di Roberto Castellano che mette a confronto con suggestive immagini la vita dei delfini in cattività con quella di altri animali marini che vivono liberamente nel loro ambiente, anche se con frequenti contatti con l'uomo, ha vinto la prima edizione del concorso internazionale Orso-Video '92, conclusosi a Poltu Quatu in Sardegna in occasione del 3° Seminario di Videoripresa Subacquea, organizzato dall'Orso Diving Club con la collabo-razione della Nimar e della Free-Shark. Sedici i filmati in concorso, inviati da videoperatori subacquei di tutta Italia, molti dei quali, come appunto il vincitore, già allievi di precedenti edizioni del seminario. Sedici filmati che, proiettati, quattro per sera, nel corso stesso del seminario di quest'anno, sono stati attentamente valutati non solo dai membri ufficiali della giuria (di cui, insieme al sottoscritto, facevano parte gli altri cinque docenti del seminario: Stefano Angiolini di Firenze, Fabio Ferioli e Davide Masarati di Cento, Paolo Rossetti di Bologna e Franco Savastano di Ischia ), ma anche dai ventitré allievi del seminario, opportunamente stimolati di volta in volta ad esprimere impressioni e pareri sui vari video in concorso. E si è trattato di analisi critiche, che dal punto di vista didattico hanno contribuito notevolmente alla formazione dei video-peratori presenti, costituendo il migliore complemento alle argomentazioni teoriche svolte dai docenti in tema di ripresa, montaggio e sonorizzazione.

Per quanto riguarda invece le esercitazioni pratiche del seminario, queste, favorite da condizioni climatiche eccezionali, hanno visto i partecipanti impegnati in immersioni quotidiane con le telecamere subacquee, messe a disposizione dalla Nimar  per gli allievi ancora privi  di una simile attrezzatu-

Sopra, la locandina pubblicitaria dell'iniziativa

ra, e regolarmente approntate con maestria dal tecnico Stefano Prandi, rivelatosi una pedina insostituibile dell'organizzazione.

Le immersioni, ottimamente coordinate dall'Orso Diving Club e dai suoi responsabili (Corrado Azzali, Maddalena Rugginenti, Lorenzo Segalini e Paolo Orecchioni), si sono svolte su alcuni dei tanti punti di immersione abitualmente frequentati dal diving di Poltu Quatu; naturalmente tra questi la palma del successo va ai fondali che ospitano le cernie di La-vezzi, uno dei punti d'immersione più belli esistenti al mondo. I partecipanti al seminario, suddivisi in gruppi in funzione del livello di esperienza nella videoripresa, lo hanno raggiunto a bordo dell'Orsetta, la capace motobarca di cui dispone l'Orso Diving Club per le sue uscite subacquee. E le riprese effettuate sulle cernie, per la loro eccezionale spettacolarità, hanno costituito le scene «clou» dei filmati a soggetto che i tre gruppi di allievi del livello avanzato hanno realizzato come tema di fine corso insieme ai rispettivi docenti. Filmati che, debitamente montati e sonorizzati con l'aiuto del maestro Masarati, sono stati proiettati nella serata conclusiva del seminario con notevole successo, interessando ma anche divertendo (due di essi erano stati realizzati in chiave comica) il folto pubblico presente.

Questi i titoli dei tre filmati: «II circo di Poltu Quatu» del gruppo di allievi condotto da Franco Savastano, «Disgraziatamente... a Poltu Quatu» del gruppo condotto da Paolo Rossetti, e «Un subacqueo molto molto particolare...» del gruppo condotto da Stefano Angiolini. Gli allievi del primo livello, guidati invece da Fabio Ferioli e dal sottoscritto, hanno presentato come elaborato di fine corso «Video Sub Concert», una serie di scene subacquee inframmezzate a quelle di un concerto rock  nel quale  figura  come  cantante protagonista  Pietro Massa,  dello

Una delle immersioni previste dal corso videosub è stata effettuata a Lavezzi, abituale meta delle uscite dell'Orso Diving Club, fra le famose cernie che si avvicinano ai subacquei senza alcun timore. Questa scenografia ha reso spettacolari i filmati girati sul posto, e ha costituito la
 parte principale dei lavori presentati a fine seminario
dagli allievi del livello avanzato.

stesso gruppo di allievi del seminario. Ma, debbo confessarlo, il risultato non è stato pari all'originalità dell'idea e all'impegno profuso dagli interessati, senz'altro degni di miglior causa. •

I partecipanti al «3° Seminario Videosub 1992 di Poltu Quatu»

Per il livello avanzato: Salvatore Alleruzzo di Messina, Manfred Bortoli del Gruppo Subacqueo Bassano, Roberto Castellani di Rivignano (Ud), Eros Cattaneo di Sesto San Giovanni (Mi), Daniela e Furio Faidutti del Jolly Sub Arese (Mi), Mauro Dalle Feste del Club Subacqueo Belluno, Giorgio De Filippo e Franco Ghisi di Milano, Luciano De Martino dell'Enea di Roma, Paolo Folco del Sub Club Roma, Franco Gazzaniga del Gruppo Salvataggio Sub Gambarogno di Bellinzona (Svizzera), Guido Giraudo del Circolo Subacqueo di Savigliano (Cn), Tonino Panzeri di Cagliari e Carlo Pesenti del Bergamo Sub; per il primo livello Roberto Biscossi di Roma, Fulvio Colombi di Cagliari, Pietro Massa di Termoli (Ch), Andrea Molin del Club Subacqueo Belluno, Aldo Morandi del Paderno Sub di Milano, Mariella Morselli di Vigevano, Enrico Picconeri de II Polpo dei 7 Mari di Roma ed Emanuela Zaninotto del Gruppo Subacqueo Bassano.

In alto a destra: attraccata
alla banchina della
marina di Poltu Quatu,
un'immagine dell'Orsetta,
la motobarca che il
diving di Poltu Quatu
mette a disposizione
per le uscite
subacquee.

 

A sinistra, Fabio Ferioli,
uno dei docenti dal
seminario videosub di
Poltru Quatu 1992,
durante una delle
sue lezioni teoriche.

I risultati del
«1° Concorso Orso Video '92»

Roberto Castellano di Udine con il filmato «Ergastolo» è stato il vincitore di «Orso Video '92» e a lui sono andati in premio un soggiorno di una settimana di crociera alle Maldive offerto dall'Albatros, un orologio subacqueo della Sector e una muta Free Shark. Secondo classificato è stato Rino Sgorbani con l'opera «Corsica, perla del Mediterraneo» che ha vinto anche lui un orologio Sector e una muta Free Shark. Terzo classificato Mauro Dalle Feste con «Onde di montagna», che si è aggiudicato un buono sconto di L. 300.000 offerto dalla Nimar. Una menzione speciale della giuria è andata a Salvatore Alleruzzo per il suo video sul «Parco Marino di Costaviola», mentre una targa come premio speciale fedeltà è stato assegnata dall'Orso Diving Club alla coppia Daniela e Furio Faidutti, che hanno presentato al concorso ben tre filmati a carattere documentaristico: «Sharm El Sheik», «Orso '91» e «Elba Capoliveri».

 
   torna alla "Homepage"

al successivo articolo della rubrica

torna a " fotogiornalismo "

copyright Guido Picchetti - 15/9/2009