da "IL SUBACQUEO" / Giugno 1988
 


foto G. Picchetti




SPETTACOLO MARE

GIOCANDO CON IL PESCE PALLA



testo di Fulco Pratesi -
foto di Guido Picchetti (*)
 

agare tra i coralli e le madrepore, intessere dialoghi sereni e profondi con gli squali, ammirare i pesci pagliaccio racchiusi tra i tentacoli degli anemoni, sfiorare le labbra azzurre e viola delle tridacne, perdersi tra gli sciami di castagnole... Emozioni profonde, liete, ricche di significato che solo con un rapporto «diverso», pacifico, contemplativo con le creature del mare si riesce ad acquisire. Così ormai, nei mari tropicali, ben più doviziosi dei nostri, i pesci si incontrano (almeno lungo le barriere coralline) e si gioca con loro come fa il sub con il pesce istrice, folletto austero e neghittoso delle scogliere madreporiche che rappresenta il simbolo vivente, soffice e puntuto di una maniera diversa di intendere il mare. Una maniera che anche da noi si spera possa divenire presto una felice realtà. Le premesse ci sono tutte: polpi prudenti e disposti a giocare, dialogare, cernie ghiotte e confidenti, murene disinvolte, bavose vivaci che non chiedono di meglio che avere buoni rapporti con il subacqueo. Vogliamo provare a stringere una tregua con i pesci?

Un simpatico incontro in acque tropicali: quello con il pesce palla. L'animale è fornito di un diverticolo attraverso il quale può arrivare l'aria
che fa assumere al pesce la caratteristica forma sferica.

Fra le numerose specie di pesci palla, ecco quello comunemente detto «pesce istrice», per gli aculei saldamente infissi sull'epidermide.
Con un «carattere» così spinoso, questo pesce, una volta gonfio, è praticamente inattaccabile.

Tre piccoli pesci palla appoggiati su un davanzale dì madrepora. Sembra quasi una scena da cartone animato e realizzare una foto è praticamente obbligatorio.
La tranquillità e la fiducia di questi animali ne fanno dei grandi amici per i subacquei.

   (*)  Un ringraziamento particolare al sub che funge da modello in questa sequenza da me ripresa sui fondali delle Maldive. E' Fabio Ferioli di Cento, un bravissimo
         subacqueo,  ottimo istruttore e video-operatore subacqueo di primissimo piano; ma soprattutto un carissimo amico e fantastico compagno di immersioni.


   torna alla "Homepage"

al successivo articolo della serie

torna a " fotogiornalismo "

copyright Guido Picchetti - 25/7/2009