da "IL SUBACQUEO" - Maggio '82 / Gennaio '83

NB. - Si tratta di una operazione commerciale promossa dalla Mares e dalla rivista "Il Subacqueo",
rivista con la quale ho avuto la fortuna di collaborare per oltre 20 anni, fin dalla sua nascita. L'operazione prevedeva
la stampa su grande formato di otto miei fotocolor, da offrire mensilmente in omaggio ai clienti dei negozianti di articoli subacquei.
Dopo una prima presentazione dell'iniziativa curata della redazione della rivista, e integralmente riportata nella prima di questa serie
di pagine web, nei mesi successivi, in coincidenza con la distribuzione degli altri sette poster, mi fu chiesto di effettuare
di volta in volta una descrizione tecnica delle immagini prescelte per la collezione Mares,
descrizioni  qui riportate insieme alle immagini dei vari poster.

 

 

 

L'immagine del 6° poster della «Collezione Mares»

 

IL MARE DEGLI ALCIONARI

 


Il sesto poster della collezione Mares che gli amici subacquei muniti dell'apposito tesserino possono ritirare presso il loro negoziante di fiducia, ritrae questa volta un tipico fondale corallino del Mar Rosso ricco di Alcionari multicolori, sul cui sfondo spicca in primo piano una piccola castagnola tropicale dalla livrea bianco-nera. Chi ha avuto occasione di immer-gersi in diversi mari tropicali, special-mente con finalità fotografiche, avrà probabilmente notato come i vari am-bienti corallini differiscono tra loro non solo per la varietà di insediamenti biolo-gici com'è naturale, ma anche per quella che possiamo definire come colorazione dominante di base dell'ambiente stesso. E' una colorazione che risulta influenzata da elementi diversi, non sempre facilmente definibili. Il Mar Rosso, in una singolare coincidenza con il nome che porta, ha senz'altro uno dei fondali corallini che, nel cromatismo dei suoi ambienti subacquei e anche delle forme viventi che lo popolano, più si presenta dominato da toni caldi. E fornisce, fotograficamente parlando, immagini ben diverse, ad esempio, da quelle ottenibili sui fondali corallini delle Maldive che sembrano essere invece profondamente influenzati dalle azzurre acque oceaniche che circondano gli atolli stessi.

Ma, oltre al movimento e alla trasparenza delle acque, alla quantità e al tipo di plancton in sospensione nelle stesse, e alla natura dei fondali prevalenti in una certa zona, tutti elementi senz'altro responsabili degli effetti di cui sopra, sono certamente le forme biologiche dominanti a caratterizzare maggiormente dal punto di vista cromatico ed estetico un ambiente subacqueo. E sui ricchi fondali corallini che da Sharm-El-Sheik si estendono a Sud nel Mar Rosso lungo le coste deserte e assolate del Sudan possia-mo ben dire che questa rappresentatività è assunta dagli Alcionari, particolarmente numerosi  e  abbondanti in una varietà di 

m

forme e colori stupefacenti. Qui, a diffe-renza di altre zone coralline, gli Alcionari li troviamo con i polipi in piena esten-sione anche nelle ore diurne, e la foto del poster ce lo dimostra.

Ma cerchiamo di conoscere un po' meglio questi organismi. La classificazione è semplice. Si tratta di Antozoi appar-tenenti al phylum dei Celenterati. Di An-tozoi Ottocoralli però, che hanno cioè i polipi muniti di otto tentacoli piumati, e che differiscono dagli Antozoi Esacoralli (madreporari e attinie, per intenderci), che si presentano con i polipi, singoli o coloniali, muniti di sei (o multipli di sei) tentacoli lisci. Nel mondo si conoscono circa mille specie di Alcionari, sparse in tutti i mari, e quella qui rappresentata è, 

m

o dovrebbe essere salvo errori, la «Den-dronephthya Klunzingeri» della famiglia delle Nephtheidi. Gli Alcionari sono anche conosciuti con il nome di «Soft corals», ossia «coralli molli»: infatti non hanno co-me i madreporari un vero e proprio sche-letro calcareo a sostegno della colonia, ma si reggono su minute spicole calcaree sparse nel corpo.

La foto del poster è stata scattata sui fondali dell'atollo di Shaab-Runi, poco a Nord di Port Sudan, con la Nikonos cor-redata di obiettivo 28 mm. e servendosi del lampo elettronico dell'Oceanic 2003 opportunamente corretto con un filtrino rosato posto al centro dell'oblò.

 

copyright Guido Picchetti - 24/4/2009

al settimo poster della collezione Mares

torna a " fotogiornalismo "